20/02/08

premessa sbagliata

(citando O.de Carvalho)

La scienza e la religione non possono dare una risposta soddisfacente e universale sulla questione di quando comincia la vita , se al momento del concepimento, durante lo sviluppo del feto o, ancora alla nascita . La premessa é sbagliata , ma , supponendo che sia vera l’essenza della questione , la conclusione alla quale l’intelletto ci porta é la seguente : Così come ignoriamo se il feto sia un essere umano dotato di vita propria o sia solamente una parte del corpo della madre , ignoriamo anche se tagliarlo a pezzettini sia un omicidio oppure no. Sappiamo anche, però, con certezza assoluta , nell’inevitabile impasse fra le due possibilità , che ogni aborto é una scommessa su la innocenza di un atto che ha il 50% di possibilità di essere un omicidio. L’esistenza stessa del dubbio impone , come dovere morale, di astenersi da questo atto finche il dubbio sia risolto, se un giorno mai sarà .

Silvio D'Amico